Il Birrificio Artigianale San Biagio

La Prima Birra Artigianale Italiana di ispirazione monastica nutrimento per il Corpo e per lo Spirito

In uno degli edifici storici del nostro Monastero sorge, ormai da dieci anni, il Birrificio Artigianale San Biagio.

Gli elementi essenziali sono: l’acqua di Nocera Umbra, dalle caratteristiche uniche, celebrata da poeti e studiosi fin dall’antichità, e gli orzi di nostra produzione. Un incontro alchemico che ci ha permesso di raggiungere traguardi importanti come la conquista di un prestigioso riconoscimento al “Mondial de la Biere” di Strasburgo del 2011.

Un nostro consiglio: una volta arrivati, non perdete l’occasione di visitare il Birrificio, di carpire qualche piccolo segreto e di gustare le nostre birre abbinate ai piatti del territorio all’interno della nostra sala ristorante.

Curiosità: d’antica ispirazione è la nostra Birra “Monasta”, un’Alta Fermentazione ambrata, 7 % di grado alcolico con l’aggiunta di ingredienti molto particolari…l’Alloro della vecchia pianta del Monastero e il miele di Gubbio. Venite a provarla.

Portatemi dell’acqua di Nocera:
questa è buona alla febbre e al dolor colico,
guarisce la renella e il mal di petto,
fa diventare allegro il malinconico;
l’appigionasi appicca al cataletto,
ed in ozio fa star tutti i becchini;
ma non bisogna berla a centellini;
e quel che importa, il medico l’approva
e in centomila casi stravaganti
ha fatto ancor di sua virtù la prova
celebrandola più del vin del Chianti.
Francesco Redi (Arianna Inferma, 1685)